Certaldo è il mio paese, è il paese dove vivo e lavoro.
Nacque intorno al 1100 dopo Cristo da dei signori fiorentini che si innamorarono delle sue colline e decisero di fondare questo piccolissimo paese. Deve il suo nome a degli alberi che qui nella zona sono presenti: i famosi cerreti che qui da noi sono parecchio alti, quindi da qui la contrazione del nome Cerreto Alto in Certaldo.
Il mio paese ha dato i natali a un grande poeta del 1300: Giovanni Boccaccio il quale insieme a Dante e Petrarca, sono i precursori della lingua italiana moderna. Il Boccaccio ha scritto un'opera famosa in tutto il mondo: il Decamerone che parla di 10 ragazzi che stanno chiusi in una stanza, per sfuggire a una pestilenza, per 10 giorni e in questo periodo si raccontano delle novelle.
Altri personaggi famosi sono nati a Certaldo, uno fra tutti in epoca recente è Ernesto Calindri (chi non si ricorda la vecchia pubblicità del Cynar?), grande attore di teatro purtroppo scomparso.
Certaldo si divide in due parti: Certaldo basso e Certaldo alto: la parte alta è quella storica dove si può trovare la casa del Boccaccio, il Palazzo Pretorio ed è sede ogni fine del mese di luglio della celebre Mercantia che è una rivisitazione del periodo medievale di Certaldo.
Nella parte bassa, dove abito e lavoro io, ci sono edifici più moderni e complessi di fabbriche conosciute a livello nazionale senza per questo danneggiare l'ambiente, anzi Certaldo è uno dei paesi più ecologici dell'intera zona.
Certaldo è a 30 Km dalla magnifica Firenze e a soli 20 Km da Siena.






















Torna alla pagina principale

© 1997-3000 Cambioni Riccardo